NEWS

-

Siamo molto felici di annunciare che in occasione de La Métropolitaine, rendez-vous international d'art contemporain de la Métropole du Grand Paris co-organizzato dal TRAM réseau art contemporain Paris/Île-de-France, Maxime Rossi è stato invitato dal comitato dei co-direttori artistici a sviluppare un'opera ludica, poetica e partecipativa. Rossi presenta Terre, air, feu, un'opera sinestetica in quattro atti, che si svolgerà in varie forme in tredici studi da maggio a settembre nell'intera regione metropolitana nel corso de La Métropolitaine.

 

"Terre, air, feu pone lo spettatore al centro di vari scenari, tra cui la creazione di un quattordicesimo luogo, una mongolfiera itinerante, simbolo di viaggio, scoperta e creatività.

 

Come punto di riferimento visivo nel paesaggio e come spazio esplorativo in cui i visitatori possono contribuire alla creazione di un'opera collettiva, questa mongolfiera può spostarsi da un luogo all'altro come un trattino, riecheggiando le mongolfiere che hanno solcato i cieli di Parigi durante le Olimpiadi del 1924. Quest'opera sensoriale, persino sinestetica, cerca di creare uno spazio di scambio in cui gli spettatori possano contribuire alla creazione collettiva di una storia. Offre un approccio consapevole alla creazione di nuovi legami narrativi e utilizza l'ambiente sonoro, l'ambientazione e gli oggetti, così come i costumi e le luci, per creare un ambiente inedito e coinvolgente. Come maestro di questa composizione lussureggiante, Maxime Rossi pianta poesie e raccoglie frutti che cantano. Il piacere è tutto nostro". 

Vittoria Matarrese

Maxime Rossi | Terre, air, feu