Giovanni Giaretta (Padova 1983) attualmente vive e lavora ad Amsterdam.

La pratica artistica di Giaretta si concentra sulle immagini in movimento. I suoi video sono il risultato di un meticoloso processo di ricerca che tende a intrecciare immagini, testi e suoni, mettendo la realtà in condizione di farsi inghiottire da elementi surreali, onirici e non convenzionali.

Nel suo lavoro Giaretta coniuga abilmente archetipi cinematografici con tematiche indagate attraverso un approccio autoetnografico. Spesso i lavori emergono dopo un periodo di impegno con gruppi distinti di individui o situazioni di vita specifiche. Ad esempio, nel periodo compreso tra il 2016 e il 2017, Giaretta ha dedicato la sua ricerca all'esame dell'intricata relazione tra percezione e alterazione specificatamente nel contesto delle esperienze notturne. In particolare, si è immerso in questa indagine lavorando come portiere di notte ad Amsterdam, fornendo una dimensione intima ed esperienziale alla sua esplorazione dell'argomento.

Dal 2019, Giovanni Giaretta ricopre l'incarico di Docente nei dipartimenti di Immagini in Movimento e Belle Arti presso l'AKI Academy of Art & Design di Enschede, Paesi Bassi. 

Attualmente è impegnato in un progetto di ricerca sul tema "Questioni di demoni, fantasmi e mostri: introduzione a percezioni più che umane", in collaborazione con la dottoressa Agnieszka Wolodzko.

Nell'anno 2015-16 ha tenuto un corso con Maha Maamoun presso l'Accademia estiva internazionale di Salisburgo in Austria. Nel corso degli anni Giaretta ha partecipato a diversi programmi di residenza, tra cui quelli presso la Dena Foundation for Contemporary Art di Parigi, De Ateliers ad Amsterdam e Deltaworkers a New Orleans.

Il lavoro di Giaretta è stato esposto in mostre in Italia e all'estero presso diverse istituzioni e gallerie come: Palazzo Fortuny (Venezia, IT); MAMbo (Bologna, IT); Galleria Tiziana Di Caro (Napoli, IT); La Criée (Rennes, Francia); De Appel (Amsterdam, Paesi Bassi); MACRO (Roma, IT); Musée Départemental d’Art Contemporain de Rochechouart, (Rochechouart, FR); Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, (Torino, IT).

I suoi film sono stati proiettati al Festival Internazionale del Cinema di Rotterdam (Rotterdam, NL) e all'IDFA (Amsterdam, NL) oltre ad altri festival e proiezioni.


 

Artworks